Utilizzando questo sito web, si acconsente all'impiego di cookie in conformità all'informativa

"Privacy e cookie" By using this website, you are consenting to the use of cookies in accordance

with the "Privacy and cookies" statement                                            

Sito in costruzione

Under construction

 

Amazon
Amazon
Amazon
Bici  Biciclette Bambino , tbn:ANd9GcTzItVe.*
BaKibid &mobid Biciclette e minimoto bimbo
              C/O MONTECARLO LOOK S.R.L.
VIA G.PUCCINI,15
S.ZENO NAVIGLIO
25010 BRESCIA
​​​Tel: 030-266611  
​Fax: 030-2161285
 
 

Generalmente la bambina/o che usa una bicicletta con i normali stabilizzatori, quelli con il braccio fisso, si comporta come se guidasse un attrezzo a quattro ruote. Quando si trova a sterzare lo fa senza tentare di inclinare la bicicletta, come sarebbe corretto, verso l’interno della curva. Nella sterzata il braccio rigido degli stabilizzatori tradizionali interno alla curva impedisce alla bambina/o di inclinare la bicicletta correttamente e quello esterno fornisce un appoggio sicuro per controllare le forze in gioco che provocano lo sbilanciamento. Soprattutto il braccio esterno alla curva, con il suo appoggio sicuro e rassicurante, crea una dipendenza che renderà più difficile, faticosa e pericolosa l’eliminazione delle rotelle quando sarà il momento. Con l’utilizzo delle SmartTwheels fin dall’inizio la bambina/o, pur appoggiandosi sulla rotella esterna alla curva per l’equilibrio, sarà costretta ad inclinare correttamente il busto verso l’interno della curva. Infatti, le SmartTwheels sono studiate in modo che, anche con la pressione massima della molla come nello step 1, permettono un minimo di oscillazione. Questo per ovviare al problema del sollevamento e relativo slittamento della ruota posteriore in presenza di superfici di scorrimento sconnesse, ma, soprattutto, per impedire che la bambina/o si abitui all’appoggio sullo stabilizzatore esterno. All’inizio la bambina/o ha l’appoggio rigido delle rotelle esterne alla curva e lo utilizzerà solo in caso di sbilanciamento eccessivo della bicicletta, soprattutto, quando la bicicletta è ferma e per la partenza. In movimento, nella prima fase dell’apprendimento, la bambina/o è costretta a bilanciare questa minima oscillazione indirizzando il busto verso l’interno della curva. Si noterà che l’incedere della bicicletta avverrà con la bambina/o che sposta il busto all’interno della curva che sta  effettuando su tre ruote: le due principali e la rotella esterna. In questa fase la differenza si evidenzia nel fatto che, pur appoggiandosi sul supporto esterno, la bambina/o è costretta a cercare l’equilibrio compensando correttamente con il busto, il tutto con la massima naturalezza ed istintività, proprie delle bambine/i in tenera età. Si noterà che pur in presenza della corretta posizione del busto la rotella interessata dall’appoggio, in questa fase, sarà quella esterna, mentre quella interna, durante le curve, si solleverà. La rotella interna sollevata in curva sarà il segnale che non è ancora tempo di diminuire la pressione delle molle sulle ruotine. Questo potrà avvenire, gradualmente durante lo step 1, allorché la rotella interna alla curva rimarrà a contatto con il piano di scorrimento durante l’utilizzo della bicicletta. Questo segnale dovrà guidare la regolazione della pressione della molla, sulle rotelle stabilizzatrici durante lo step 1 dell’apprendimento,  fino alla posizione “B” di pressione minima step 2. Una volta raggiunta la posizione “B” di minima pressione nello step 2, e quindi di un livello di destrezza che permette alla bimba/o una partenza senza problemi e di curvare correttamente senza aver bisogno di poggiare il piede in seguito a sbilanciamento, si potrà incominciare a sollevare le ruote dal piano di scorrimento con il passaggio allo step 3. Questo sarà possibile agendo sulla linguetta che viene conficcata sul perno di scorrimento della molla. I fori presenti sul perno permettono di graduare l’eliminazione delle rotelle attraverso sei livelli progressivi di sollevamento delle ruotine assicurandosi, prima di passare al livello successivo, che la bimba/o sia in grado di effettuare le partenze senza problemi. Quando, raggiunta la posizione “b” di massimo sollevamento con l'esaurimento dello step 3, si potrà constatare che la bambina/o utilizza con disinvoltura la bicicletta, poggia tempestivamente, in caso di inclinazione eccessiva, il piede a terra e per farlo non impegna più gli stabilizzatori anche se sollevati totalmente, questi si potranno rimuovere definitivamente.

<< ATTENZIONE >>     UTILIZZARE LE SmartTWHEELS  SOLO SU SUPERFICI PIANE: ASFALTO, CEMENTO ECC.....  I CAMBI DI LIVELLO COME DOSSI, CUNETTE, GRADINI ECC... VANNO AFFRONTATI CON BICICLETTA A MANO.  LE SUPERFICI SCONNESSE QUALI QUELLE ERBOSE, STERRATE ECC.... VANNO PERCORSE A BASSE VELOCITA'. 

DESTABILIZZATORI SMART TRAINING WHEELS

( RUOTE DI ADDESTRAMENTO INTELLIGENTI)