Non abbiamo immagini e video con effetti speciali, ma le testimonianze dei nostri clienti che hanno acquistato il nostro sistema. Accedi alla pagina BaKiinItalyiscriviti al gruppo BaKiSyS per visionare i video dei nostri piloti in erba, che si esercitano con le nostre STWRider.

We do not have images and videos with special effects, but the testimonials of our customers who have purchased our system. Go to the BaKiinItaly page, join the BaKiSyS group to view the videos of our budding drivers, who practice with

our STWRiders.

 

 

 

Non trovi quello che cerchi o hai bisogno di ulteriori informazioni? Contattaci oggi stesso.

Giacomo Puccini, 15, 25010 San Zeno Naviglio BS, Italy

030 2161285

030 266611 3480450021

CONTATTACI

©2019 di BaKi. Creato con Wix.com

DESTABILIZZATORI SMART TRAINING WHEELS

( RUOTE DI ADDESTRAMENTO INTELLIGENTI) 

Generalmente la bambina/o che usa una bicicletta con i normali stabilizzatori, quelli con il braccio fisso, si comporta come se guidasse un attrezzo a quattro ruote. Quando si trova a sterzare lo fa senza tentare di inclinare la bicicletta, come sarebbe corretto, verso l’interno della curva. Nella sterzata il braccio rigido degli stabilizzatori tradizionali interno alla curva impedisce alla bambina/o di inclinare la bicicletta correttamente e quello esterno fornisce un appoggio sicuro per controllare le forze in gioco che provocano lo sbilanciamento. Soprattutto il braccio esterno alla curva, con il suo appoggio sicuro e rassicurante, crea una dipendenza che renderà più difficile, faticosa e pericolosa l’eliminazione delle rotelle quando sarà il momento. Con l’utilizzo delle SmartTwheels fin dall’inizio la bambina/o, pur appoggiandosi sulla rotella esterna alla curva per l’equilibrio, sarà costretta ad inclinare correttamente il busto verso l’interno della curva. Infatti, le SmartTwheels sono studiate in modo che, anche con la pressione massima della molla come nello step 1, permettono un minimo di oscillazione. Questo per ovviare al problema del sollevamento e relativo slittamento della ruota posteriore in presenza di superfici di scorrimento sconnesse, ma, soprattutto, per impedire che la bambina/o si abitui all’appoggio sullo stabilizzatore esterno. All’inizio la bambina/o ha l’appoggio rigido delle rotelle esterne alla curva e lo utilizzerà solo in caso di sbilanciamento eccessivo della bicicletta, soprattutto, quando la bicicletta è ferma e per la partenza. In movimento, nella prima fase dell’apprendimento, la bambina/o è costretta a bilanciare questa minima oscillazione indirizzando il busto verso l’interno della curva. Si noterà che l’incedere della bicicletta avverrà con la bambina/o che sposta il busto all’interno della curva che sta  effettuando su tre ruote: le due principali e la rotella esterna. In questa fase la differenza si evidenzia nel fatto che, pur appoggiandosi sul supporto esterno, la bambina/o è costretta a cercare l’equilibrio compensando correttamente con il busto, il tutto con la massima naturalezza ed istintività, proprie delle bambine/i in tenera età. Si noterà che pur in presenza della corretta posizione del busto la rotella interessata dall’appoggio, in questa fase, sarà quella esterna, mentre quella interna, durante le curve, si solleverà. La rotella interna sollevata in curva sarà il segnale che non è ancora tempo di diminuire la pressione delle molle sulle ruotine. Questo potrà avvenire, gradualmente durante lo step 1, allorché la rotella interna alla curva rimarrà a contatto con il piano di scorrimento durante l’utilizzo della bicicletta. Questo segnale dovrà guidare la regolazione della pressione della molla, sulle rotelle stabilizzatrici durante lo step 1 dell’apprendimento,  fino alla posizione “B” di pressione minima step 2. Una volta raggiunta la posizione “B” di minima pressione nello step 2, e quindi di un livello di destrezza che permette alla bimba/o una partenza senza problemi e di curvare correttamente senza aver bisogno di poggiare il piede in seguito a sbilanciamento, si potrà incominciare a sollevare le ruote dal piano di scorrimento con il passaggio allo step 3. Questo sarà possibile agendo sulla linguetta che viene conficcata sul perno di scorrimento della molla. I fori presenti sul perno permettono di graduare l’eliminazione delle rotelle attraverso sei livelli progressivi di sollevamento delle ruotine assicurandosi, prima di passare al livello successivo, che la bimba/o sia in grado di effettuare le partenze senza problemi. Quando, raggiunta la posizione “b” di massimo sollevamento con l'esaurimento dello step 3, si potrà constatare che la bambina/o utilizza con disinvoltura la bicicletta, poggia tempestivamente, in caso di inclinazione eccessiva, il piede a terra e per farlo non impegna più gli stabilizzatori anche se sollevati totalmente, questi si potranno rimuovere definitivamente.

<< ATTENZIONE >>     UTILIZZARE LE SmartTWHEELS  SOLO SU SUPERFICI PIANE: ASFALTO, CEMENTO ECC.....  I CAMBI DI LIVELLO COME DOSSI, CUNETTE, GRADINI ECC... VANNO AFFRONTATI CON BICICLETTA A MANO.  LE SUPERFICI SCONNESSE QUALI QUELLE ERBOSE, STERRATE ECC.... VANNO PERCORSE A BASSE VELOCITA'. 

DESTABILIZERS SMART TRAINING WHEELS 

Children riding a standard training wheels bike (standard training wheels with fixed arm ) act actually as they are  riding a  four –wheels bike. When they have to steer , they do it without tilting the bike towards the inner bend. In the steering, the fixed arm of the standard training wheels , that one inner at the bend, stops the child to tilt the bike correctly. On the other hand the outer arm guarantees a safe support to control any force which may cause a  loss of balance. Above all the arm placed outer at the bend, by its safe support, may give rise to  a dependence which  may make difficult  and dangerous to remove the training wheels . Using the smart training wheels from the beginning the child, even if he  leans on the training wheel, that one placed outer in the bend , shall be obliged to tilt the bust  correctly towards the inner bend. The smart training  wheels are created to permit a minimum of swinging, even with the highest pressure of the spring (see step 1). In this way the back wheel of the bike doesn’t get up from the ground and doesn’t  slide and child doesn’t get accustomed to the support of the outer training wheel. At the beginning child gets the safe support of the wheels placed outer  at the bend and he makes use of it in case of loss  of balance of the bike, above all when bike is standing or at its departure. In the first  phase  of learning how to ride the bike , the child is obliged to balance the light swinging turning the bust towards the inside of the bend. The child rides the bike moving the bust towards  the inside of the bend on three wheels: the two main ones and the  external training wheel. In this phase even if he gets the external support, he’s obliged to search  for a good balance, counterbalancing with the bust correctly. In this case the training wheel concerned shall be the outer one  and the inner one in the  bends ’ll get up from the ground,  showing in this way that it’s not still  time to reduce the pressure of the springs on the training wheels. Gradually during the step 1, this shall happen  only when  the inner training wheel shall stay  in contact with  the ground. This signal shall be the guide how to set the pressure of the spring in the training wheels during step 1 of the learning how to ride  up to the position B of the lowest pressure step 2.Got the  position  B of the lowest pressure step 2, when the child learnt to ride the bike and to turn  correctly  without putting the foot on the ground, it shall be time to start to move up  the wheels step 3. This  shall be possible using the tang into the joint pin of the  spring.The holes in the joint pin permit  to  take off the training wheels step by step gradually by six progressive levels of lifting of the little wheels upon the assurance that child is able to start riding without any problem. Got the position B of the highest lifting(completed step 3) it shall be evident   that child learnt  to use the bike correctly, in an easy way, that he puts in case of extreme tilting, the foot on the ground and that  to make all this he doesn’t use any longer the smart training wheels even if completely lift up. Only  now the smart training wheels may be definitely removed.

WARNING” USE  STWHEELS  ONLY ON FLAT AND PLAIN SURFACES LIKE ASPHALT,CEMENT …ETC .  IN CASE OF GAPS OF LEVELS AS CAT’S BACKS ,GUTTERS ,BUMPS, STEPS THE BIKE MUST BE WHEELED AND IN CASE OF GRASSY GROUNDS SPEED  MUST  BE REDUCED .